Carmine di Giandomenico regala L’Amore a Lectus

Il disegnatore della Marvel ha realizzato l’opera in diretta a Palazzo Conocchioli; sarà messa all’asta per acquistare libri.

 

Domenica scorsa, sul molo di Giulianova, ospiti del caliscendi “Parere”,  Lectus ha salutato la seconda edizione in un’atmosfera magica leggendo di mare, naviganti, speranze, paure, migranti. La “Bellezza e il Cambiamento” (tema di questa edizione) si  è incarnato nelle 320 letture assegnate: un percorso che ha attraversato letteratura, saggistica, storia, poesia e attualità offrendo retrospettive e orizzonti al nostro quotidiano.
Da Melville ad Amos Oz, passando per le grandi firme dei Pulitzer, per Marx e Nietzsche, ai giornalisti e fotografi che hanno raccontato i grandi mutamenti sociali degli anni 60 e 70, dalle fiabe alle emozionanti storie d’amore come quella fra Cyrano e Rossana.
Ed ‘ proprio dalla sessione dedicata all’Amore (che si è svolta a Palazzo Conocchioli, appena riaperto dopo la ristrutturazione post terremoto e gentilmente concessa dal proprietario Ermanno Morelli)  che il disegnatore teramano Carmine Di Giandomenico (Marvel e Bonelli) si è lasciato ispirare per realizzare  in diretta, di fronte ad un attento pubblico di oltre 300 persone,  un’opera (140×100) che ha regalato a Lectus.

 

 

“La venderemo all’asta e con il ricavato acquisteremo libri e audio libri – dichiarano direttore artistico e curatrice, Renato Pilogallo e Pina Manente – per un attimo abbiamo pensato di donarla ma, nello spirito di Lectus, vogliamo sottolineare il valore del lavoro artistico e intellettuale. Un lavoro, appunto, creazioni che hanno un peso anche economico, oggi sempre più sottovalutato. L’opera di Carmine, al quale va tutta la nostra riconoscenza per il bel gesto, sarà un simbolo del nostro manifesto: conoscenza e sapere, i tanti linguaggi attraverso i quali possono trasmettersi informazioni ed emozioni, rimangono i pilastri sui quali si innescano i cambiamenti, i buoni cambiamenti, quelli che fanno bene alla comunità”.