Teramo. CON/TestE UrbanE. Nella notte si anima San Berardo, tutto pronto per il primo live music post-COVID.

Un esperimento culturale e sociale per fa ripartire lo spettacolo, oltre cento gli artisti che hanno aderito. Raccontarlo significa raccontare la fatica di fare cultura e spettacolo e non solo a causa del COVID.

 

TEramo 19 giugno 2020. “Tanti talenti insieme, cento grazie a tutti. La Giornata mondiale della Musica a Teramo parla tanti linguaggi: quello della musica innanzitutto ma anche di tutte le altre espressioni artistiche in un quartiere come San Berardo.  Un grande esperimento sociale e culturale.  Ci auguriamo che il messaggio giunga al cuore delle istituzioni. Abbiamo pulito i giardini, le strade, rimesso a nuovo angoli degradati. Se qualcuno si avvicina alla società la società si avvicina alle istituzioni e l’arte e la musica sono un ponte. A Teramo si riuniscono grandi artisti, grandi musicisti, maestri e virtuosi degli strumenti anche ma soprattutto generosi creatori di emozioniè il commento del direttore artistico Renato Pilogallo.

Grazie a Letcus  Teramo, alla onlus “Citta della conoscenza”  ai cittadini volontari dei condomini 19 e 21 di Via Tevere e Via Pescara (quartiere San Berardo) domani sera si alza il sipario CON/TestE UrbanE  a Teramo. Oltre 100 artisti hanno aderito alla manifestazione che nasce dall’idea di sostenere il mondo professionale della cultura, della musica e dello spettacolo rimasto senza ingaggi e con davanti mesi di grande incertezza: una live music ricca di nomi eccellenti con la partecipazione di artisti di strada, attori, compagnie teatrali, writers.
Tre i teatri allestiti fra le strade e gli slarghi di uno dei quartieri simbolo della città, un quartiere nato con l’edilizia popolare e che ha bisogno di seri interventi di rigenerazione urbana: si snoda attraverso una chiesta, quella di San Berardo (patrono della città) che è un cuore sociale pulsante.
Imponenti le misure organizzative per far fronte ai protocolli di sicurezza previsti dalle disposizioni post Covid: posti prenotati, sanificazione dei luoghi, collaborazioni con le associazioni di protezione civile (assistenza sanitaria, ambulanze, misurazione della temperatura corporea  etc etc) e persino una mensa per gli artisti che partecipano.

Una faticosa organizzazione che parte dal basso e che è stata possibile grazie alla generosa collaborazione del Conservatorio Braga, della Riccitelli Società del Teatro e dei Concerti, del coworking Wide Open, di Imago Comunicazione, dell’ATER;  al contributo finanziario del BIM Vomano e Tordino, del Comune di Teramo, di Confindustria, alla raccolta fondi fra i cittadini e,  soprattutto, della sentita adesione degli artisti che hanno accettato di partecipare senza un cachet e solo con il rimborso delle spese.
Decisivo il ruolo svolto svolto dalla “Citta della Conoscenza” grazie a Claudio D’Innocenzo, direttore e responsabile della sicurezza e a Claudio della Figliola che segue gli aspetti amministrativi.

Raccontare le ultime due settimane, significa raccontare la fatica e gli ostacoli di fare cultura e spettacolo  in questo Paese e forse il COVID è l’ultimo dei problemi. Ma domani si alza il sipario e come sempre accade la magia”  dichiara la curatrice Pina Manente:in queste ultime ore il quartiere si è trasformato in un laboratorio a cielo aperto. Il messaggio è chiaro: far ripartire lo spettacolo. LO devono fare gli enti, le fondazioni, la Regione. Non c’è programmazione, non ci sono bandi, non c’è un quadro normativo chiaro: non si può continuare ad operare con il cappello in mano come se spettacolo e cultura fossero accessori e i suoi operatori dei professionisti di serie z: mangiano anche loro tutti i giorni. IL COVID ha solo portato alla luce, in maniera drammatica, quanto si investa poco in cultura. L’Abruzzo è un fanalino di coda per gli investimenti in questo settore e non da oggi”.

 

 

PROGRAMMA

SABATO 20 GIUGNO 🔷

Area Bambini

⏰ Dalle ore 10.00
Acrobatica Aerea
Clownerie
Laboratorio
Apertura percorso interattivo (Spat e Gedo writers)
Kamishibai (fiabe itineranti)

_____________

Teatro Strada/Giardino

⏰ Ore 10:00
Ars Antiqua e danze Venus (street parade)

_____________

Area Bambini

⏰ Ore 17:00
Compagnia Rospo Rosso

_____________

Teatro Giardino (non c’è bisogno di prenotazione)

⏰ dalle ore 16:15

Davide Rasetti e Federica Di Domenicantonio

Davide Rasetti e Rebecca Rastelli

Davide Rasetti e Federica Di Donatantonio

Assunta De Marcellis e Luca Strappelli

Fabrizio Medori

⏰ dalle ore 22:15

Arturo Valiante e Magda White duo

Franco Di Donatantonio (piano solo omaggio a Ezio Bosso)

_____________
Teatro Corte, via Pescara (200 posti, registrazione obbligatoria a questo link https://bit.ly/CONTestE20)

⏰. dalle ore 20:00

Massimiliano D’Aloiso compagnia “Meccanica delle tende” recita “Musica”dal “Riccardo 2” di Shakespeare

Rodolfo Tullj Jazz Quartet

Jena Lu Mauro Voconi

Fidanza Jazz Combo

Antonio Gambacorta Blues Trio

Mastika Project (Etnica)

__________________________________
__________________________________

 DOMENICA 21 GIUGNO 🔷

Teatro Giardino (non c’è bisogno di prenotazione)
Ars Antiqua e danze Venus
Murgasasò

⏰. Ore 15:00
Hade rapper | Less One DJ

_____________

Teatro Strada, via Tevere (non c’è bisogno di prenotazione)

⏰Ore 16:00
Mister Shaft (sound-check)
Teatro Giardino ore 16.30
Marco Pedicone, Nancy Fazzini, Aldo Laurenzi

_____________

📍 Teatro Strada, via Tevere (225 posti, registrazione obbligatoria a questo link https://bit.ly/CONTestE21)

⏰ Dalle ore 18:00

Mississipi Mud Band

Luca Giordano Quartet

Alessia Martegiani Quartet

Perla Quartet
Franco Di Donatantonio

Danilo Di Paolonicola

____________

Teatro Strada, via Tevere (225 posti, registrazione obbligatoria a questo link https://bit.ly/CONTestE21)

⏰ Dalle ore 21:00

Viviana Casadio voce recitante (compagnia gli sbandati)

Margherita Maria Paci,

Di Sabatino Jazz Duo

Arturo Valiante

Toni Fidanza Alba Riccioni duo

Erika Secondino trio

Martin Diaz guitar Trio

Special guest / Maurizio Mattioli attore